Chiavenna

Ufficio Informazioni Chiavenna

23022 - Chiavenna (SO) Piazza Caduti della libertà, 3
T 0343 37485
F 0343 37361

Da lunedì a venerdì: 9:30-12:40 e 14:00-17:30
Sabato: 9:00-12:40 e 14-18:50
Domenica: chiuso

 






consorzioturistico@valchiavenna.com
www.valchiavenna.com

Madesimo

Ufficio Informazioni Madesimo

23022 - Madesimo (SO) Via alle Scuole
T 0343 53015

Da lunedì a sabato 9.00-12.30 e 14.30-18.00.
Domenica e festivi 9.00-12.30 
Marcoledì chiuso. Disponibilità telefonica

 


 


 

 

 



info@madesimo.eu
www.madesimo.eu

Campodolcino

Ufficio Informazioni Campodolcino

23022 - Campodolcino (SO) Via D.R. Ballerini, 2
T 0343 50611

Lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato: 9:00-12:30 e 15.00-18.30
Domenica: 9:00 - 12:30
Martedì: chiuso
 


campodolcino@valtellina.it
www.campodolcino.eu

Home    Cosa fare   Cultura

Atelier in centro

Il fascino del centro storico di Chiavenna stimola molti artisti che scelgono i luoghi di una vita passata per aprire i loro laboratori e le loro gallerie al pubblico.
 
Negli ultimi anni il centro storico di Chiavenna si è distinto per una piacevole tendenza. Vari artisti scelgono i palazzi e le vie pedonali per far nascere spazi espositivi, nei quali allestire mostre e rassegne personali. Una vivacità culturale spontanea, che - a piccoli passi - contribuisce ad affermare Chiavenna per quella sua storica vocazione artistica e artigianale che un tempo l’hanno resa celebre. L’auspicio è che questi primi segnali possano trovare “terreno fertile” per crescere e portare altri artisti a Chiavenna, trasformando il centro storico in un museo a cielo aperto. Abbiamo incontrato alcuni di protagonisti che oggi aprono al pubblico, per conoscerne i progetti e le motivazioni. Ecco cosa ci hanno raccontato.
 
Bruno Baldari - www.baldaribruno.it
Negli anni Settanta fu il primo ad aprire uno studio a Chiavenna. Erano i tempi dell’avanguardia, delle sperimentazioni, dell’arte come pretesto per il confronto e l’analisi. Dopo un paio di cambi di sede, circa 30 anni fa Bruno è approdato in Molinanca. Qui ha aperto il laboratorio e la sua galleria, dove incontra artisti e visitatori. “Ritengo lo studio di un artista il centro nevralgico della sua esistenza - ci spiega -. E’ un luogo molto interessante da visitare, forse più delle mostre in galleria. E’ nello studio che si può penetrare meglio la personalità della figura artistica in quanto vera espressione per la sua complessità e sovrapposizione dei tempi creativi".
 
Pamela Napoletano - www.pamelanapoletano.com
"Che tu sia foresto o autoctono, non importa: quando ti trovi in un luogo ricco di racconti è inevitabile rimanerne coinvolti”. Pamela Napoletano, artista eclettica originaria di Monopoli e trapiantata ormai da anni a Chiavenna, ci introduce così nel suo studio di via della Molinanca a Chiavenna. “Penso ai luoghi in cui la vita quotidiana era fervida e dove le persone ripetevano gesti semplici, legati alla propria sfera domestica, famigliare, ogni giorno. A controbilanciare questa "monotona" serialità gestuale c´era qualcosa di molto prezioso, profondo ed è ciò che ho respirato nella Molinanca. Quando nel 2017 lavoravo alla ristrutturazione del locale che sarebbe diventato il mio studio, diversi anziani si fermavano ad osservarmi incuriositi. Nelle loro parole, come nei loro occhi, c´era la memoria di un lontano sentire, un´emozione condivisa o vissuta nella propria intimità, nel pudore della cultura del tempo. Il mio studio sotto il porticato della Molinanca è nato così, con un passaggio di memoria ed è per questo che vivo con grande responsabilità quel luogo. La mia visione? Concepire il mio spazio nella Molinanca come una "zona franca", una bolla che possa distogliere dal peso della quotidianità, un luogo in cui ritrovare la naturalezza di una parola o un´occasione per osservare una diversa capacità di esprimersi e comunicare”.
 
Silvia Del Grosso - www.silviadelgrosso.it
SEMI - questo il nome del suo spazio artistico - non è solo un luogo antico, in un palazzo storico, al civico 101 della parte “alta” di via Dolzino a Chiavenna. E’ un punto di riferimento speciale, metà laboratorio, metà galleria espositiva, che rispecchia l’animo introspettivo della sua creatrice e curatrice, Silvia Del Grosso. “E’ una base, il posto di lavoro che sempre ho immaginato. Uno spazio aperto alla cooperazione leggera e al dialogo costruttivo, dove ospito persone che cercano, desiderano, creano, agiscono”. Nella visione di Silvia, c’è il desiderio di aprire un solco nel quale promuovere relazioni e contatti tra artisti animati dal desiderio di scommettere sulla creazione e non sulla produzione. “SEMI è un luogo di scambio - continua - in cui anche il visitatore può, se lo vuole, lasciare una propria traccia di sé, riconoscendosi nell’incontro con l’Altro”.
 
Rolf Bienentreu - rolf.bienentreu@gmail.com
Rolf arriva a Chiavenna da lontano. Nasce a Duisburg, Germania, studia in Belgio, si forma a Berlino e successivamente si stabilisce in Svizzera e, per un breve periodo, in Romania. Pediatra e artista, nei primi anni del 2000 prende casa al civico 99 di via Dolzino “alta” e qui, crea uno spazio espositivo che periodicamente apre al pubblico per presentare le proprie opere, spesso abbinate a quelle di altri artisti. Oggi vive e lavora in Svizzera e appena possibile trascorre del tempo a Chiavenna. Questa estate, ad esempio, ha
promosso nella grande sala a piano terra una mostra dal titolo “Vicini”, in collaborazione con la “vicina” Silvia Del Grosso. Rolf ha al proprio attivo una lunga carriera artistica, che risente delle molteplici contaminazioni e influenze prodotte dalle tante esperienze vissute nel corso della sua vita.
 
Biagio Longo
Al civico 34 di via Dolzino, superato l’antico portale e addentrati all’interno della corte, sorge lo studio di Biagio Longo. “Lo studio per me è un´esigenza - spiega -. Sono stato a lungo in via Molinanca affacciato sulla Mera, un luogo di ispirazione accompagnato dal canto del fiume. Poi da qualche anno mi sono trasferito in via Dolzino in una corte affascinante. Lo studio è in una piccola casa di fine ‘500, una probabile sede di rappresentanza della famiglia Pestalozzi. Questo studio segna per me una nuova ripartenza: in una parte c´è l´atelier vero e proprio e una parte un living dove incontrare amici, sorseggiare un bicchiere di vino o assaggiare un piatto d´autore. Qui posso esprimere la mia creatività in tutti i suoi molteplici aspetti, oltre che scambiare idee di progettazione con coloro che condividono con me l´amore per le arti, la cultura, il bello”.


Contatti utili

Per informazioni:
Consorzio turistico Valchiavenna
T: +39 0343 37485
consorzioturistico@valchiavenna.com
 




In primo piano: proposte, eventi e curiosità

Webcam live






© 2021 Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna
www.valchiavenna.com - www.madesimo.com - www.campodolcino.eu
Valchiavenna Turismo Facebook
P.Iva e C.F. 00738460146 - Reg. Impr. SO 7923/1998 R.E.A. 56245


Informazioni ex art. 1, comma 125, della legge 4 agosto 2017 n. 124
Relativamente agli aiuti di Stato e aiuti de Minimis, si rimanda a quanto contenuto nel
“Registro nazionale degli aiuti di Stato” di cui all’articolo 52 L. 234/2012 (www.rna.gov.it).

ALLOGGI

Offerte speciali
Hotels
Bed and Breakfast
Agriturismi
Residence
Ostelli
Campeggi
Rifugi
Appartamenti

COSA FARE

La Valchiavenna in inverno
Benessere
Itinerari
Cultura
Sport e attività
Da non perdere
Curiosità
Shopping
Eventi

GASTRONOMIA E TRADIZIONI

Ristorazione
Tradizioni e artigianato
Prodotti tipici
Vini e cantine

INFORMAZIONI

Muoversi
Download prospetti
Valchiavenna Vacanze
Associati
Iscrizione alla newsletter
Privacy



Meteo

Webcam

Fotografie

Wallpaper

Video